• Ambra Mattioli

Ambra Mattioli "Black Star"

Aggiornamento: apr 14

In questo romanzo ho scritto di un mondo interiore e di sogni che sono parte dell'essere e del divenire, di scoperte, intenzioni, casualità e nessi dimensionali, di un risveglio di coscienza che radicalizza e ci trasforma.

Parlare di se stessi non è mai facile. Nel mio caso è ancora più complicato, restia come sono a raccontare del mio vissuto. Per presentare adeguatamente il mio “Black Star”, per far comprendere come sia arrivata a scrivere di questa vicenda onirica di un altro universo possibile e della speranza e certezza di cosa possa essere un sogno compiuto e della vita che ognuno di noi ha dentro se stesso, dovrei invece riuscirci, ma più di tanto non posso. Mi affido allora alle parole scritte nella presentazione del mio “Black Star” dalla persona che penso più di ogni altra al mondo intuisca cosa vedo oltre la materia che pur tocco giorno per giorno con mano oltre che con i pensieri: mio marito Giancarlo. Eccole:

"Quando un interesse diventa passione? Quando la passione diventa ossessione? Quando l’ossessione si eleva ad arte?

Ho sposato Ambra nel '90 e so riconoscere i segnali di quando qualcosa bolle in pentola. L’interesse si sposta e lo sguardo cambia; come se le idee, affastellate nella sua testa, decidessero prepotentemente di uscirne. Era l’8 gennaio del 2016. Bowie pubblicò Blackstar. Due giorni dopo lasciò questo mondo per la Villa di Ormen, (la citta di tutti gli uomini). Ambra ci andò centinaia di volte, notte dopo notte, tornando la mattina con una quantità stupefacente di dati, collegamenti e idee.

Ricordo quale fu il suo disagio interiore. Non tanto chiarire perché avvenisse un contatto ma accettare di porre in essere tutta una serie di comportamenti sussurrati da qualcun altro… e per giunta nei suoi sogni!

E la passione diventa ossessione. Al risveglio Ambra mi raccontava dettagliatamente quello che le era stato detto e mostrato. Prendeva appunti di continuo, poi cominciò a scrivere, il suo Black Star. Scriveva, componeva e si disperava anche. Per tre anni, fino al 19 gennaio del 2019, giorno in cui è cessato improvvisamente il contatto onirico, così come anche si è conclusa la stesura del romanzo.

Ambra mi ha detto: Le coincidenze, i déjà-vu, sono orme che mettono in relazione il mondo reale dall’onirico, in cui i sogni rappresentano l’unico collante coerente e rassicurante."


Il libro, come i miei altri già pubblicati, è presente in formato digitale sulle maggiori piattaforme online e il cartaceo può essere ordinato. Su Amazon oltre l'ebook, anche direttamente il cartaceo: https://amzn.to/2ZqauOZ


162 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti